https://www.finextraitalia.it/2612435319416

Tutto quello che devi sapere per scegliere le zanzariere

Finextra on 3 Maggio 2021

Ogni tanto ci contatta qualche cliente che, avendo voluto scegliere le zanzariere fai da te con scarso successo, ha deciso poi di rivolgersi a dei professionisti. Così finalmente ha potuto garantirsi prodotti di alta qualità, di lunga durata e posati correttamente. Se anche tu vuoi capire le differenze tra zanzariere magnetiche, a rullo, su misura, e magari avere anche un’idea dei prezzi, in questo articolo ti aiutiamo nella scelta dei modelli migliori di zanzariere e a chiarire i dubbi più comuni.

Scegliere le zanzariere: da dove si inizia?

Inizia innanzitutto pensando a dove vuoi installare le tue nuove zanzariere: identifica il tipo di apertura che si adatta alla tua situazione, e all’utilizzo che vuoi farne. Nel caso di una portafinestra che dà accesso al terrazzo, ad esempio, avrai bisogno di aprire spesso la zanzariera per passare. Per una finestra, invece, valuta se ti affacci spesso, oppure se sarà in un locale dove verrebbe aperta raramente. Ci sono zanzariere (le avvolgibili) che vengono raccolte completamente nel cassonetto, e zanzariere che scorrono di lato, o ancora verticalmente, e che puoi fermare dove vuoi.

La più diffusa: la zanzariera avvolgibile

La zanzariera a rullo avvolgibile è tra i modelli più diffusi, soprattutto per le finestre. Ha una struttura con delle guide che permettono alla rete di scorrere e un cassonetto che raccoglie completamente la maglia quando è avvolta. I modelli con apertura verticale si aprono e chiudono con facilità tramite un cordino o una catenella.
Se abiti in condominio, però, ricorda che dovrai scegliere le zanzariere eventualmente già installate dagli altri condomini.

Zanzariere per porte finestre e finestre

La scelta è questione di gusti e di comodità. Per una portafinestra meglio la zanzariera a pannelli (con scorrimento laterale) o a battente: è formata da due ante, come se fossero porte, e si installano su vani superiori a 1,60 m di larghezza. Per la finestra, invece, la scelta è più libera: ci sono quelle a scorrimento verticale con rallentatore, ma ci sono anche i modelli che abbassi e alzi con una catenella sul lato.

Scegliere le anzariere plissè o fisse?

Puoi anche scegliere le zanzariere plissé, dal tipico disegno con leggere pieghe, che dà un effetto molto decorativo. In caso di finestre di piccole dimensioni o porte-finestre, la soluzione migliore è proprio la zanzariera plissettata, perché ha un ingombro davvero minimo. Ad esempio Plissé Zero di Zanzar è una zanzariera per porte-finestre di frequente passaggio: l’assenza di barriera al pavimento agevola il transito.
Per una finestra da cui non ti affacci spesso (ad esempio la finestrella di un ripostiglio), scegli invece una zanzariera fissa: costa il 30-35% in meno, e l’installazione è più rapida.

La posa

Per installare una zanzariera a una portafinestra oggi si usano guide a pavimento alte pochi millimetri. Ma Zanzar produce anche il modello Libera, una zanzariera senza guida a terra, adattabile anche per maxi dimensioni e ai vani irregolari.
Quello che conta è l’installazione sia fatta da mani esperte, in modo che il meccanismo sia efficiente a lungo. Questo vale particolarmente per le porte o le finestre per cui occorre una zanzariera su misura.

Come pulire le zanzariere

Ti consigliamo di pulire la zanzariera almeno una volta all’anno. Puoi usare una spazzola con setole morbide, oppure un panno inumidito con acqua per rimuovere la polvere e altri residui di sporcizia dalla rete. Se vuoi usare l’aspirapolvere, applica il beccuccio più piccolo oppure la spazzola, e procedi con delicatezza dall’alto verso il basso. Se vuoi pulire la zanzariera dall’interno ricorda di chiudere la tapparella o la persiana per offrire un supporto rigido alla rete.
Per la struttura e i profili, invece, puoi usare un panno inumidito con acqua e un detergente non aggressivo.

Quanto costa installare le zanzariere? Si possono detrarre?

Le detrazioni IRPEF del 50% riguardano anche le spese sostenute per l’acquisto di zanzariere, ma solo se dotate di sistema di schermatura solare. In particolare, devono avere un valore Gtot certificato non superiore a 0,35, ovvero devono disporre del parametro che attesta la capacità della zanzariera di filtrare il sole e proteggere la casa dai raggi solari.